Ricetta di Giuliana Pedroli

Mezze penne con speck e noci

Ingredienti

 

pasta mezze penne

300 gr. di cipolle bianche

100 gr. di speck a cubetti

 tre gherigli di noci spezzettate

una bustina di zafferano

2 o 3 cucchiai di ricotta

un bicchierino di brandy

olio/burro 

sale e pepe

 

Preparazione

 

Affettare le cipolle, passarle velocemente sotto l’acqua per togliere il sapore troppo forte, mettere in una casseruola olio, burro lo speck a cubetti e le cipolle, rosolare bene il tutto, bagnare col brandy e salare pochissimo (lo speck è già saporito di suo! ). In una pentola bollire le mezze penne e scolarle al dente, passarle nella casseruola con la salsa di cipolle e speck appena fatta , aggiungere la ricotta, amalgamare molto bene, aggiungere le noci sminuzzate, una spolverata di pepe e servire.


Scaloppine della mia Mamma

Ingredienti

 

4 scaloppe di vitello un po’ grosse ma sottili

pangrattato

2 o 3 uova

prezzemolo

succo di un limone

una grossa cipolla

3/4 patate

latte 

olio / burro

sale e pepe 

 

Preparazione

 

Rompere le uova, separare gli albumi dai tuorli; sbattere con una forchetta gli albumi, un poco di sale. Tagliare le scaloppine a metà o più piccole a seconda della grandezza della fetta, passarla nell’albume e poi nel pangrattato. Mettere in una padella olio e un pezzetto di burro e, appena comincia a prendere colore, a fuoco basso mettere le scaloppine. In una fondina a parte sbattere molto bene i tuorli, unire il succo di un grosso limone (o 2 piccoli)e una manciata di prezzemolo tritato. Quando le scaloppine saranno cotte, abbassare ulteriormente la fiamma e versare sulla carne la salsina di uova e limone. Coprire con un capace coperchio e, dopo pochi secondi spegnere la fiamma. La salsina di uova non deve rapprendersi troppo altrimenti diventa frittata, deve essere appena appena consistente. Servire caldissimo direttamente nel piatto cospargendo la carne col sughetto della pentola. Si accompagna bene con purea di patate o con le patate al forno che seguono.

Sbucciare 3 o 4 grosse patate, lavarle e tagliarle a quadretti piccolissimi ( tipo i quadretti dell’insalata russa ). In una pirofila fare un soffritto con olio, burro e una grossa cipolla tagliata molto sottile. Quando la cipolla, a fuoco moderato, comincia a prendere colore mettere i cubetti di patate, un poco di sale e, a fuoco vivo, rimestare molto bene. 4 o 5 minuti basteranno, aggiungere un paio di bicchieri di latte e, a fuoco moderato, rimestare affinchè non si attacchi al fondo e mettere la pirofila nel forno a 180 gradi. Quando il latte è stato tutto assorbito, se le patate non sono ancora cotte, aggiungere una spolverata di pepe, altro latte o acqua se si vuole un piatto più leggero. Ultimare la cottura a forno rimestando poco al fine di far ricoprire la teglia da una leggera crosticina dorata. Servire caldissimo. Se in fondo alla pirofila si forma un pochino di crosta, perfetto, è buonissima. Le patate mantengono i loro cubetti e la cipolla si è completamente amalgamata e lascia vedere solo qualche pezzettino un pò più scuro.”